La medicina migliore, un viaggio

Sono passati diversi mesi dall’ultima volta che ho pubblicato un post. Durante questo periodo di assenza ho pensato spesso al blog e ho anche pensato di chiuderlo, perché non avevo più niente da dire (non che i miei post siano degni del premio Pulitzer), non ero dell’umore di postare foto di vestiti, rossetti etc….non avevo voglia di niente. Avevo fallito un obbiettivo in cui avevo posto le mie speranze e tutte le mie energie e mi sentivo svuotata. Durante quest’ultime settimane di vacanza, grazie ad un viaggio nel Nord Europa, ho capito che ho sprecato troppo tempo per riprendermi, ho dato troppo spazio alla malinconia fissando quella porta che si é chiusa. In vacanza ho ricominciato ad apprezzare le cose belle della vita e a considerarmi una persona fortunata, anzi molto fortunata. Ci saranno altre sfide, battaglie perse e guerre vinte per me. Ora sono più forte e consapevole del mio coraggio.
Ho capito che non si puó vivere per un obbiettivo, nella vita c’é molto di più. Ci sono luoghi da esplorare, amici con cui condividere tanti momenti, la famiglia, piatti nuovi da assaggiare….
Bisogna avere dei sogni, certo, e lavorare per raggiungerli, ma non bisogna esserne ossessionati.
Questo é il mio spazio, fatto di piccole cose, di quotidianità che sono la mia vita.
Si ricomincia!

image